Affettatrici per ogni tipo di taglio e per ogni prezzo.


Sono sempre più presenti nelle cucine degli italiani: sono le affettatrici elettriche domestiche che sono molto simili alle professionali per caratteristiche e per abilità ma che permettono a chiunque di tagliare professionalmente qualsiasi cibo. I mercato  è pieno di modelli e questo rende un po’ più complesso scegliere il prodotto più adatto ma grazie ai contenuti di questo sito https://miglioreaffettatrice.it/sarà possibile a chiunque capirne di più e scegliere al meglio, visto che ci sono opinioni, classifiche, recensioni e quant’altro per una scelta veramente consapevole.

Tra i tanti tipi di affettatrici, ci sono sempre quelle universali ma per lo più sono tutte destinate ad un’operazione ben specifica. Ad esempio se devi affettare il pane, è meglio non usare una macchina qualsiasi ma quella specifica per quel prodotto. E comunque sono davvero tante anche le affettatrici elettriche per il pane e cambiano in base alla lama, al motore, alle dimensioni e alle loro caratteristiche in generale.
Le lame in particolare devono essere lisce o seghettate perché permettono di intervenire anche sui prodotti più duri e croccanti ma anche sulla mollica più compatta senza sbriciolare il pane. Il taglio è quindi ottimale e preciso. Il motore di questi tipi di affettatrici per il pane si aggira intorno ai 110 W, una potenza non eccessiva ma comunque utile per permettere alla macchina di effettuare correttamente il suo lavoro.

E allora come scegliere un’affettatrice per il pane? Verificando alcune sue caratteristiche come la lama dentata per ottenere un taglio perfetto; il motore deve essere di almeno 110 W e il design è bene che sia stondato perché le linee curve permettono una pulizia veloce. A fare la differenza inoltre c’è un sistema di areazione del motore anti-surriscaldamento, un affilatoio incorporato, piedini a ventosa per la stabilità della macchina e un sistema di sicurezza che blocca l’accensione e un salvadita che rende possibile agire tenendo lontano le mani dalla lama. In tema di sicurezza va ricordato che il “piatto porta merce” va caricato a macchina ancora spenta, poi abbassare la pressa merce sul cibo per tenerlo saldo, poi si può accendere la macchina e procedere alle operazioni di taglio.